buon w.e

La “magia” della Rete  o “Parabola del Cammello”

In un luogo del deserto si trovarono tre fratelli alle prese con un problema di difficile soluzione. Il loro padre era morto di recente lasciando loro l’eredità di 17 cammelli, che erano una grande ricchezza, ma il padre aveva detto loro che i cammelli dovevano essere suddivisi in questo modo:

al primogenito toccava la metà dei cammelli, al secondogenito toccava un terzo dei cammelli, all’ultimo un nono dei cammelli. Ma i cammelli erano 17 e per quanto facessero non riuscivano a venirne a capo. A un certo punto passò di là un Mullah con il suo cammello, e vedendo gli uomini così disperati, si fermò e ne chiese il motivo. Il primogenito allora spiegò tutta la situazione.

Il Mullah ci pensò un attimo e poi disse:” Posso prestarvi il mio cammello, in questo modo avrete 18 cammelli e potrete risolvere il vostro problema”. I figli presero il cammello e con 18 cammelli iniziarono a rifare i conti:

Al primogenito spettavano 9 cammelli, al secondo 6 cammelli e all’ultimo 2 cammelli. Così il problema era risolto.
I fratelli erano felici, ringraziarono il Mullah, ma quando fecero per riprendere il cammino si accorsero che 9 + 6 + 2 faceva 17 e non 18 . A questo punto resero il cammello al Mullah che proseguì’ per la sua strada.


2 commenti

    1. caro Jacopo è lo stile della Rete, è il senso de illab, ognuno di noi può dare qualcosa agli altri basta no farsi prendere dalla pigrizia e dall’opportunismo…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...